La Nepenthes ventrata mi regala nuovi ascidi!

Vi ricordate che in questo post avevo scritto di aver portato a casa una Nepenthes ventrata conciata maluccio? Ecco, dopo tante amorevoli cure, dopo rimbocchi giornalieri e abbondanti di acqua distillata, tanto caldo, un pò di sole e tanta luce, una doccia vaporizzata di acqua filtrata ogni le sera, con grande soddisfazione oggi vi presento la rinascita della cara Nepenthes Ventrata!!! Dalle nuove foglie gli ascidi hanno iniziato a

Ascidi su Nepenthes Ventrata

crescere piano piano, e ad aprirsi! Che gioia, e io che pensavo non avesse speranze.. e guardala lì invece, con le sue nuove trappolone aperte! Non sono enormi come quelle che aveva quando l’ho acquistata, però è già un buon segno!! Quando l’ho portata a casa aveva anche dei parassiti, era avvolta da puntini bianchi e una sorta di ragnatela piccolissima, che sono riuscita a debellare con 3 o 4 docce lavando una per una le foglie e i rami intaccati, sempre con di acqua filtrata (non la solita spruzzatina, ecco). Una volta lavata per benino, i parassiti se ne sono andati, probabilmente non era grave.. altrimenti non penso che potesse bastare qualche doccia a debellarli! Continua a leggere

Hoya Carnosa: è resuscitata!

Lo so, lo so, non ci credo nemmeno io ancora.. vi ricordate il mio post di qualche mese fa in cui sconsolatissima raccontavo della fine della mia Hoya carnosa? Bene, avevo fatto un vaso mettendo una talea in buone condizioni in un nuovo vaso; ieri, mentre annaffiavo le altre piante, ho dato il solito sguardo poco speranzoso dentro il vaso, e cosa vedo?? Un nuovo getto che sta emettendo nuove foglioline! Non ci potevo credere!! Potete

Nuova foglia di Hoya Carnosa

Nuova foglia di Hoya Carnosa

immaginare la felicità! Dopo mesi di attesa oramai non la annaffiavo nemmeno più, visto che era morta proprio a causa di troppa acqua.. sono proprio contenta! L’avevo acquistata lo scorso anno su eBay, era una talea con già le radici, che mi ha dato qualche nuova foglia ma mai i fiori (speravo questo fosse l’anno buono ma ho pensato bene di affogarla.. ehhh..). D’ora in poi annaffierò raramente, lo prometto, anche perché vorrei vedere almeno una volta quello splendido fiore di cera! Ci vorrà ancora tanto, tanto tempo.. ma il caldo intanto ha fatto il suo dovere!!
Quindi, ricapitoliamo:
– in inverno, poca acqua, ripararla in quanto non ama il freddo e tanta luce (se possibile, da me invece non lo è)
– in estate, un pochino di acqua in più, portarla all’esterno appena le temperature lo permettono, luce mai diretta del sole, pazienza a go-go.

Segnato! :p