PLS risponde: Martina e la sua orchidea

Oggi voglio rispondere ad un commento che mi è stato lasciato nei giorni scorsi:

..ho ricevuto un’orchidea in regalo all’interno di vaso di vetro di forma cilindrica più alto della pianta e senza fori laterali. Secondo te dovrei toglierla da questo vaso? E’ bello visivamente, ma ho paura che la pianta soffra, infatti i 3 boccioli si sono seccati… mi daresti qualche consiglio? Sono alle primissime armi! – Martina-

Cara Martina, benvenuta nel magico mondo delle orchidee! All’inizio è normale avere tanti dubbi, ti confido che ho perso anche il sonno a causa loro!! Da quello che mi scrivi, purtroppo non capisco di quale orchidea si tratti: le orchidee più comuni sono le Phalaenopsis, ma quelle che generalmente vendono in vasi di vetro sono le Vanda distribuite dalla Anco. Ti faccio un esempio:

phal-vanda

La Phalaenopsis, orchidea facile da trovare in molto negozi, come tutte le orchidee teme i ristagni d’acqua. Se la tua orchidea è questa, probabilmente hai una composizione in cui è stata inserita dentro ad un vaso di vetro per bellezza. Ti consiglio di toglierla, e metterla in un vaso con adeguati fori, e, soprattutto, che sia un vaso trasparente; infatti, la pianta ha bisogno di luce per fare la fotosintesi dalle radici. Se la tua pianta invece è una Vanda, la toglierei dalla “bara di vetro” (così la chiamano di solito su svariati forum che ho frequentato) e la coltiverei in un’anfora di terracotta (la mia, l’avevo sistemata così.) L’importante per entrambe queste piante, è la luce; tanta e mai diretta, è questa la vera chiave per avere una pianta in salute (anche l’umidità vuole la sua parte, non dimentichiamolo!). La causa per la perdita dei boccioli, potrebbe essere una corrente d’aria, oppure il nuovo posto in cui è stata messa non è stato gradito. Di certo non significa che perderà tutti i boccioli!
Spero di esserti stata utile! Fammi sapere i tuoi progressi con la tua orchidea, e.. in bocca al lupo! 🙂

3 pensieri su “PLS risponde: Martina e la sua orchidea

  1. Grazie Sere!!!!!!!!!!!!!
    Non pensavo che mi avresti risposto così dettagliatamente e con un post dedicato!
    Allora… l’orchidea incriminata è la phal, se posso vorrei mandarti una foto, ma non capisco se si può allegare…
    ad ogni modo l’ho tolta dal contenitore di vetro, perchè quel cilindro mi sembrava che non la lasciasse respirare e la tenesse costretta, anche con le foglie (era più alto dei fiori)… le ho lasciato il suo vaso di plastica trasparente e forato, così mi sento più sicura.
    Hai ragione… visto che sono alle prime armi la paura di sbagliare è tanta.
    Volevo chiederti se occorre anche fare le vaporizzazioni (vanno vaporizzati anche i fiori o solo le foglie?)… che tipo di acqua bisogna usare per annaffiarla e ogni quanto va concimata (ho comprato il concime specifico liquido).
    Per ora non ti stresso più, ma se ho qualche altra domanda posso contare su di te?
    Grazie ancora,
    Martina.

    • Ciao Martina, figurati, mi fa piacere! Direi che hai fatto molto bene, brava! Osservare la pianta e farsi un’idea dei suoi bisogni, è molto importante! Personalmente non le ho mai vaporizzate le Phal, soprattutto se sono fiorite! Il problema è il ricircolo dell’aria.. se il vapore non si asciuga entro un tot di tempo, rischi di avere l’effetto contrario.. quindi dipende da dove si trova la pianta e anche dalla temperatura. E poi, bisogna stare molto attenti che non si accumuli acqua nelle ascelle fogliari, anche quando annaffi, altrimenti si rischia il tanto temuto da tutti marciume del colletto. Per annaffiarla, andrebbe utilizzata un acqua filtrata.. conta che generalmente le piante bevono acqua piovana.. se l’acqua troppo dura, te ne accorgi perchè crea del “bianco” sul bark all’interno del vaso. Il bark tanto prima o poi lo cambierai, non è un problema.. ma se tu avessi una caraffa di quelle filtranti per l’acqua da bere, già andrebbe molto bene. Per il concime al momento aspetta, essendo nuova credimi, ne ha preso parecchio! Magari ci riaggiorniamo più avanti, senza problemi! Io sono qua! Ah, se vuoi mandarmi una foto, inviala a serena@piantalostress.it, cosi posso vederla! A presto, ci conto! 😉

  2. Grazie grazie grazie! Sei proprio gentile!
    Seguirò le tue indicazioni alla lettera!
    L’anno scorso infatti mi marcì la prima orchidea e ho sempre il terrore che possa ricapitare! Adesso però un pò documentandomi e un pò grazie ai tuoi consigli sono sicura che andrà meglio!
    Ti mando la foto… ah ti ho anche aggiunto su Facebook! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*